Giugno 2015

Indicatore di attività economica - Mezzogiorno - Giugno 2015

L’indicatore di attività economica del Mezzogiorno, in leggera crescita nel secondo trimestre del 2015 si riporta su variazioni debolmente positive, attestandosi a +0,3% nel mese di giugno. In tutte le regioni dell’area si registrano variazioni positive, anche se con intensità differenti (che variano dal +0,1% di Puglia e Abruzzo e il +0,6% della Campania), ad eccezione della Calabria (-0,03%) e della Basilicata (-0,8%).

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Indicatore di attività economica - Centro - Giugno 2015

Nel secondo trimestre del 2015 l’indicatore di attività economica del Centro risulta stabile su variazioni positive e si attesta a +1,4% nel mese di giugno. Il medesimo andamento viene registrato da tutte le regioni dell’area, con variazioni comprese tra +1,7% del Lazio e +1% della Toscana, ad eccezione dell’Umbria dove l’indicatore si attesta su valori prossimi allo zero (+0,1%).

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Indicatore di attività economica - Nord-Est - Giugno 2015

L’indicatore di attività economica del Nord-Ovest sostanzialmente stabile nel secondo trimestre del 2015 si attesta su variazioni decisamente positive, +1,8% nel mese di giugno. Il medesimo andamento viene registrato da tutte le regioni dell’area, con variazioni comprese tra +0,5% in Valle d’Aosta e +1,9% in Lombardia.

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Indicatore di attività economica - Nord-Ovest - Giugno 2015

L’indicatore di attività economica del Nord-Ovest sostanzialmente stabile nel secondo trimestre del 2015 si attesta su variazioni decisamente positive, +1,8% nel mese di giugno. Il medesimo andamento viene registrato da tutte le regioni dell’area, con variazioni comprese tra +0,5% in Valle d’Aosta e +1,9% in Lombardia.

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Nota metodologica - Giugno 2015

Lo studio della tendenza dell’economia nelle quattro grandi ripartizioni geografiche italiane è importante per avere un quadro completo della crescita nazionale. Per questo motivo, dopo aver calcolato un indicatore coincidente di attività economica per tutte le regioni italiane si è proceduto alla stima di un indice a livello di macroarea.

Abbonamento a RSS - Giugno 2015