Indicatore di attività economica - Piemonte - Settembre 2013

Nel terzo trimestre dell’anno l’indicatore di attività economica del Piemonte ha mostrato un deciso rallentamento della fase di contrazione, e nel mese di settembre ha registrato una variazione prossima allo zero, -0,2% su base annua.

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

DOMANDA ESTERA ED INTERNA

La dinamica degli scambi con l’estero, nel terzo trimestre del 2013, risulta positiva, con un aumento delle esportazioni, +5,8% (a/a) e delle importazioni, +6,8% (a/a). Il surplus della bilancia commerciale si attesta a 3.581,8 milioni di euro, e corrisponde al 35,7% delle esportazioni del periodo.

Il volume delle immatricolazioni di nuove auto registra una lieve flessione nel mese di ottobre 2013, -2,1% su base annua, mentre nei mesi precedenti aveva mantenuto valori decisamente positivi, +9,3% nel mese di settembre (data di aggiornamento dell’indicatore).

MERCATO DEL LAVORO

La situazione del mercato del lavoro risulta piuttosto debole nel terzo trimestre del 2013. Il numero degli occupati diminuisce del -2% su base annua (circa 36.550 unità), e si riscontano riduzioni nel settore industriale, -6,6% (oltre 41.130 unità) e nei servizi, -0,1% (oltre 1.460 unità), con l’unica eccezione nel settore agricolo, +13,7% (6.050 unità). Aumenta il tasso di disoccupazione, +1,1%, trainato dal forte aumento della componente maschile (+2,1%), mentre si riducono il tasso di attività (-0,4%) e quello di occupazione (-1,2%).

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE

Sempre nel terzo trimestre dell’anno, il numero di imprese attive risulta in calo (-1,3% a/a), come anche quello delle cessazioni (-0,7% a/a), mentre aumentano le nuove iscritte (+8,3% a/a). Il saldo tra iscrizioni e cessazioni, in rapporto alle imprese attive, è stato positivo, 0,1%, contrariamente all’anno precedente, quando risultava pari al -0,1%.