Indicatore di attività economica - Calabria - Dicembre 2013

Nel quarto trimestre del 2013, dopo il lieve recupero evidenziato nel periodo precedente, l’indicatore di attività economica della Calabria ha riportato una nuova contrazione, e nel mese di dicembre si è attestato al -1,9% su base annua.


L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

DOMANDA ESTERA E INTERNA
Gli scambi con l’estero, seppure di scarso peso sull’economia regionale, hanno riportato un’ulteriore riduzione nel quarto trimestre del 2013, con un calo delle esportazioni, -5,2% a/a, e delle importazioni, -4,9%. Il deficit della bilancia commerciale, si è attestato a 42,2 milioni di euro, e corrisponde al 47,7% delle esportazioni del periodo.Le immatricolazioni di nuove auto hanno riportato un aumento nel mese di dicembre (data di aggiornamento dell’indicatore), +5,5% a/a, seguito, però, da una nuova riduzione nei primi mesi del 2014, -3% nel mese di febbraio.

MERCATO DEL LAVORO
La situazione relativa al mercato del lavoro presenta, sempre nel quarto trimestre del 2013, dati ancora molto negativi. Si registra, infatti, una forte riduzione del numero degli occupati, -10,6% a/a (oltre 61.640 unità), che ha interessato tutti i settori di attività: nel settore industriale il calo è stato particolarmente rilevante (-20,9% a/a, oltre 21.800 unità), seguito dal settore agricolo (-16% a/a, 13.540 unità) e da quello dei servizi (-6,7% a/a, oltre 26.270 unità). Si riducono notevolmente i tassi di attività e di occupazione, rispettivamente -3,3% e -4,2%, mentre cresce, ulteriormente, il tasso di disoccupazione, +3,2% su base annua attestandosi su un livello preoccupante, 22,9%.

DEMOGRAFIA DELLE IMPRESE

Infine, per quanto riguarda la nati-mortalità delle imprese, nell’ultimo trimestre del 2013 si rileva un lieve calo del numero di quelle attive (-0,1% a/a), con un leggerissimo aumento delle nuove iscrizioni (+0,2% a/a) e una forte riduzione delle cessazioni (-34% a/a). Il saldo tra iscrizioni e cessazioni, in rapporto alle imprese attive, è stato positivo, +0,1%, mentre l’anno precedente era risultato negativo, -0,8%.