Indicatore di attività economica

Il ciclo economico regionale

  • La definizione di ciclo economico risale ai pionieristici lavori di Burns e Mitchell, i quali definiscono il ciclo economico come il comovimento diffuso e comune delle principali variabili economiche che rappresentano l’attività economica stessa.
  • Questo comovimento, che "consiste di espansioni registrate più o meno simultaneamente in molte attività economiche, seguite da fasi di recessione, contrazione e ripresa altrettanto generalizzate" (Burns e Mitchell, 1946), viene appunto definito ciclo di riferimento.
  • L’approccio utilizzato per la stima della congiuntura economica regionale è legato direttamente ai lavori di Stock e Watson, i quali, per fornire una metodologia puramente statistica che consenta di individuare il ciclo di riferimento, definiscono il ciclo come variabile latente in un modello stato-spazio. Con questo modello, da un numero ristretto di variabili rilevanti si può determinare la variabile latente “ciclo economico”, e sulla base dei risultati statistici della stima si può ottenere l’andamento dell’indicatore coincidente e di quello anticipatore.

La base informativa dell'indicatore di attività economica è costituita da variabili economiche, 38 in tutto, a frequenza prevalentemente mensile (in alcuni casi trimestrale) e di diversa natura. Questi indicatori, che sono acquisiti dalle rispettive fonti, processati e inseriti nelle banche dati di RegiosS, includono:

  • Dati su esportazioni e importazioni;
  • Variabili relative ai livelli di occupazione;
  • Inchiesta sulla fiducia delle imprese;
  • Inchiesta sulla fiducia dei consumatori;
  • Prezzi al consumo;
  • Demografia delle imprese;
  • Immatricolazioni di auto.

RegiosS rilascia l'indicatore di attività economica regionale ogni tre mesi. La serie storica dell'indicatore parte dal 1991 e arriva fino al trimestre che precede quello in corso.

Indicatore di attività economica regionale

Valle d'Aosta Piemonte Lombardia Trentino Alto Adige Veneto Friuli - Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Abruzzo Molise Campania Puglia Basilicata Calabria Sicilia Sardegna

Indicatore di Attività Economica per Macroarea

1 di 4