Barometro - Nord-Est - Marzo 2014


SEGNALI DI RIPRESA DELLA DOMANDA E CALO DEI LIVELLI OCCUPAZIONALI

Negli ultimi mesi del 2013 si registra un andamento positivo della domanda estera, e anche di quella interna. Nel quarto trimestre del 2013 il volume delle esportazioni nel Nord-Est è tornato sui livelli pre-crisi, e si sono registrati aumenti, seppur con intensità differenti, in tutte le regioni dell’area. Nel mese di dicembre 2013 le esportazioni hanno registrato incrementi, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, che vanno da un minimo +0,2% in Friuli ad un massimo + 9% in Veneto.

Sul fronte della domanda interna, le immatricolazioni di auto, le quali hanno visto, a partire da dall'ultimo trimestre 2013, un recupero poi proseguito anche nei primi due mesi del 2014, sono aumentate in tutte le regioni dell’area, in modo particolare in Trentino (+47,9%), dove le vendite nel comparto del noleggio hanno potuto contare sullo stimolo della mancata maggiorazione dell’IPT.

Non si arresta il progressivo rallentamento dell’inflazione, e addirittura nel mese di febbraio 2014 il Veneto risulta in deflazione (-0,4%).

Nel mercato del lavoro l’occupazione è diminuita nel Veneto (-2,1%) e in Emilia-Romagna (-1,7%), regioni che insieme comprendono oltre l’80% degli addetti dell’area, mentre nel Friuli e nel Trentino il numero degli occupati è leggermente aumentato, rispettivamente +0,2% e +0,7%. Di conseguenza il tasso di disoccupazione è ulteriormente aumentato di circa un punto percentuale in Veneto e in Emilia-Romagna, mentre è rimasto sostanzialmente stabile nelle altre due regioni.