2014

Indicatore di attività economica - Mezzogiorno - Dicembre 2014

Nel quarto trimestre del 2014 l’indicatore di attività economica del Mezzogiorno risulta in diminuzione rispetto al periodo precedente,  e si attesta a -1% nel mese di dicembre. Tra le regioni dell’area solo la Basilicata ha mostrato una tendenza al miglioramento della fase recessiva, e ha segnato la riduzione meno negativa dell’area, -0,4% su base annua. Le riduzioni più consistenti dell’indicatore si sono registrate in Puglia, in Molise e in Campania (-1,2% nel mese di dicembre, medesimo valore registrato nelle tre regioni).

Indicatore di attività economica - Centro - Dicembre 2014

Nel quarto trimestre del 2014 l’indicatore di attività economica del Centro risulta stabile su variazioni positive, e si attesta a +0,2% nel mese di dicembre. Nel Lazio si registra il medesimo andamento (+0,6%), la Toscana e le Marche risultano stazionarie su valori prossimi allo zero (rispettivamente +0,05% e + 0,03%), mentre l’Umbria continua a registrare variazioni negative, -0,9% nel mese di dicembre.

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Indicatore di attività economica - Nord-Est - Dicembre 2014

L’indicatore di attività economica del Nord-Est si mantiene stabile, nel quarto trimestre del 2014, su valori prossimi allo zero, attestandosi a -0,01% nel mese di dicembre. Il medesimo andamento viene registrato da tutte le regioni dell’area, ad eccezione del Friuli-Venezia Giulia il cui indicatore risulta in crescita, portandosi a +0,7% nel mese di dicembre.

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Indicatore di attività economica - Nord-Ovest - Dicembre 2014

Nel quarto trimestre del 2014 l’indicatore di attività economica del Nord-Ovest risulta stabile su variazioni leggermente positive, e si attesta a +0,02% nel mese di dicembre. L’indicatore della Lombardia registra un leggero aumento, +0,3%, mentre gli indicatori di Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria si attestano su variazioni negative (-0,4%, -0,2% e -0,7% rispettivamente).

L’andamento di alcune variabili che contribuiscono alla stima dell’indicatore.

Nota metodologica - Dicembre 2014

Lo studio della tendenza dell’economia nelle quattro grandi ripartizioni geografiche italiane è importante per avere un quadro completo della crescita nazionale. Per questo motivo, dopo aver calcolato un indicatore coincidente di attività economica per tutte le regioni italiane si è proceduto alla stima di un indice a livello di macroarea.

Abbonamento a RSS - 2014